sabato 20 maggio 2017

PROFUGHI IN GALLERIA BOMBI. FORUM GORIZIA RICHIEDE INCONTRO URGENTE CON PREFETTURA



“Un centinaio di profughi sono stati trasferiti questa notte dalla Valletta del Corno alla Galleria Bombi.  Una scena degna delle peggiori situazioni che vengono documentate lungo la rotta balcanica.

Il Forum Gorizia si è sempre occupato delle varie fasi e problematiche della prima accoglienza dei richiedenti asilo, anche nei momenti di maggior pressione dell’emergenza, ma una situazione di questa gravità ancora non l’avevamo vista.

I richiedenti asilo sono stati scortati dalla Polizia di Stato e dall’Esercito fin dentro la galleria, dove hanno dovuto pernottare trovando riparo dalla pioggia.”

Lo dichiara Andrea Picco, candidato sindaco del Forum Gorizia, che ha assistito personalmente ai fatti , tra la mezzanotte e l’una del 20 maggio.

“ Abbiamo richiesto per iscritto, un incontro urgente con il Prefetto di Gorizia: vogliamo sapere come si è arrivati, da parte della Istituzione che rappresenta il Governo nel nostro territorio, a ritenere congrua la sistemazione di un centinaio di persone sotto la Galleria Bombi; con che tipo di assistenza igienica è stata organizzata questa iniziativa,  e quali siano i piani e la programmazione della Prefettura per la gestione della nuova emergenza di cui la cronaca ci sta dando conto in questi giorni.”

Conclude Andrea Picco: “In galleria Bombi si è celebrato il funerale delle istituzioni. Nel 2017 le autorità di questa città civile decidono che il luogo idoneo per le persone per passare la notte sia una galleria. Chi ha autorizzato questa vergogna non ha rispetto della dignità umana. Non sa cosa sia. È inaccettabile vedere un centinaio di persone stese per terra, è un'immagine di cattiveria umana che non scorderò.”

13 commenti:

  1. Questa e' la campagna elettorale di Forza Italia, della Lega e dei compari razzisti. Il populismo xenofobo a Gorizia tira alla grande, scommetto che se continuano cosi' stravincono al primo turno. Con buona pace dei goriziani per bene e di tutte le comparse di centro sinistra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che questi improvvisi casini cadono proprio a fagiolo. E' campagna elettorale della destra? Può darsi ma non ci metterei la mano sul fuoco.Da dove sono arrivati improvvisamente più di cento di loro in un colpo solo? Attendevano in panchina da qualche parte? No perché se sono arrivati dalla slovenia mi viene da pensar male. Non arrivano 100 di loro in un botto solo senza pianificazione.
      Ancora una cosa:chissà cosa si sono detti l'altra settimana il celebre "benefattore" soros e il contedallebragheonte gentiloni nel loro incontro informale.

      Elimina
    2. Dunque... si trattava di un flash mob organizzato ad arte, mentre a pochi metri, in piazza Vittoria, altrettanti festeggiavano senza saper nulla, sordi e ciechi?

      Elimina
  2. Io leggo dai giornali la seguente notizia: 26 migranti scatenano una mega rissa in una struttura pubblica che li ospita (afghani e pakistani pare che non si stimino molto) perdono ogni diritto ad essere ospitati al Cara e ad usufruire di vitto e alloggio, ma non perdono il diritto a vedere esaminata la propria richiesta di asilo e quindi a girovagare in una altro luogo sperando di trovare ancora accoglienza.
    E’ il Comune che deve trovare una soluzione o è lo Stato che non funziona?

    RispondiElimina
  3. Bisogna avere un piccolo arsenale di parole diverse, dice oggi Rumiz su Repubblica. Ecco la sua ironia: «Bravi! Quando non ci saranno più stranieri, tutti i problemi saranno risolti. Niente più evasori fiscali, niente più debito di Stato, esportazioni di capitali, banche rapinate, assenteismo, inquinamento, disoccupazione, camorra, istruzione a pezzi... niente più ladri e imboscati, niente più congreghe di raccomandati che costringono i nostri figli a emigrare... Ma già, tu non chiami “emigrazione” quella dei tuoi figli, anche se finiscono nei call center con paghe da fame: la chiami “mobilità”, perché credi che a emigrare siano solo quelli con la pelle di un altro colore».

    RispondiElimina
  4. Allora, che hanno detto in prefettura?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto! Fateci sapere cosa hanno deciso in Prefettura. Si leggono troppe chiacchiere sui giornali.

      Elimina
  5. Non c era nessuno.ce li siamo tenuti noi e robi Criscitiello

    RispondiElimina
  6. Quindi non avete combinato nulla dopo il grande annuncio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma cosa pretendi che possano risolvere?
      O li accoglie la chiesa nelle sue tante strutture, mettendo in pratica i buoni principi del cristianesimo, oppure, più sensatamente, lo Stato decide che prima di aprire le porte dell'accoglienza si attrezza per bene. In assenza di tutto ciò si tengono le porte chiuse come accade nella vicina Slovenia.

      Elimina
    2. I buoni principi del cristianesimo...vuoi dire come la pedofilia e l'omofobia?

      Elimina
  7. Parole, parole, parole...

    RispondiElimina
  8. E quindi: ancora Il Mosaico, Il Mosaico, Il Mosaico. Con buona pace di tutti.

    RispondiElimina