martedì 30 maggio 2017

Picco: la Casarossa deve diventare un posto dove è bello arrivare e fermarsi

Riqualificare il piazzale della Casarossa, renderlo un posto dove è bello arrivare e fermarsi e ricollegarlo a un grande circuito ciclabile che parta da via Terza armata. Questa è solo una parte del circuito che il Forum per Gorizia ha in mente per restituire una parte dimenticata della città alla cittadinanza. In particolare si pensa a un piano di piste ciclabili, collegato a una generale revisione del traffico che vada a raccordarsi efficacemente sia con la vicina Slovenia che con altri quartieri periferici di Gorizia che la costeggiano. La piazza in tutto questo dovrebbe diventare uno spazio gradevole, con la presenza di aree verdi e elementi di arredo urbano. “Partendo da dietro via Terza armata ci sono delle zone agricole che vanno a confluire con il Parco Basaglia, un polmone verde dal grande significato storico e potenziale che in futuro sarà oggetto di vari progetti. Dobbiamo anche ripensare al vecchio ospedale, un’area abbandonata che non potrà essere lasciata a sé stessa per sempre”- argomenta il candidato sindaco Andrea Picco. Guardando poi al piazzale della Casarossa, le considerazioni e i collegamenti da fare sono tanti. “Le piste ciclabili in questa zona non sono concluse e non sono connesse adeguatamente con quelle slovene che coprono tutta Nova Gorica e Salcano e che si immettono, oltreconfine, in dei percorsi cicloturistici più ampi. Inoltre, ripensando complessivamente la viabilità del quartiere si potrebbero portare più auto a parcheggiare vicino alla Galleria Bombi”. Casarossa, in questa visione, diventerebbe un nuovo cuore pulsante e finalmente un biglietto da visita per Gorizia, dato che proprio da qui passa buona parte del traffico internazionale cittadino.

Nessun commento:

Posta un commento