martedì 9 maggio 2017

Città amiche della bici


"Non basta disegnare delle strisce per terra per rendere ciclabile una città. Bisogna avere un piano”. Lo ha affermato il Ministro Graziano Delrio, in un convegno organizzato da Legambiente per presentare il primo rapporto sull’economia della bici in Italia e sulla ciclabilità nelle città. A Gorizia, invece, la maggior parte delle ciclabili cittadine sono fatte, così, con una striscia per terra, quando c’è, e senza la dovuta manutenzione. Pensate per funzionare male e quindi poco usate, ma realizzate per aumentare l’indicatore percentuale sulla mobilità “dolce”.

Invece Bolzano (Trentino Alto Adige) e, sorprendentemente, Pesaro (Marche), si sono guadagnate l’appello di città amiche della bici, dove uno spostamento su tre avviene con la bicicletta. Merito della politica locale che si è impegnata sulla mobilità sostenibile, ovvero come realizzare anche infrastrutture adeguate per una rete di piste ciclabili di qualità.

E’ necessario re-distribuire lo spazio pubblico, non solo a vantaggio dell’automobile e, pertanto, individuare percorsi ciclabili utili per favorire il traffico ciclistico e non quelli liberi o marginali.

Per avere un’idea di quanto è stato fatto a Gorizia fino ad ora, rimando la lettura a questo link   http://nevio58.wixsite.com/bici .
@NevioCostanzo

2 commenti:

  1. Finalmente una proposta concreta per una città a misura di persona e non di macchina. Bravi!

    RispondiElimina
  2. Buon lavoro, complimenti

    RispondiElimina