lunedì 1 maggio 2017

BUON PRIMO MAGGIO 2017

Articolo 23 della Dichiarazione universale dei diritti umani

1. Ogni individuo ha diritto al lavoro, alla libera scelta dell’impiego, a giuste e soddisfacenti condizioni di lavoro e alla protezione contro la disoccupazione.
2. Ogni individuo, senza discriminazione, ha diritto ad eguale retribuzione per eguale lavoro.
3. Ogni individuo che lavora ha diritto ad una remunerazione equa e soddisfacente che assicuri a lui stesso e alla sua famiglia una esistenza conforme alla dignità umana ed integrata, se necessario, da altri mezzi di protezione sociale.
4. Ogni individuo ha diritto di fondare dei sindacati e di aderirvi per la difesa dei propri interessi.

13 commenti:

  1. Ma questo è il Programma di Renzi!

    RispondiElimina
  2. Manca solo che le carte si fanno scrivere mentre sono le lotte che concretizzano gli ideali

    RispondiElimina
  3. A margine, dopo le primarie che hanno coperto, con un enorme paravento mediatico, i programmi e le news dei media in questi giorni. Come è andata ad Aiello? Il Sindaco di questo comune ha partecipato a questo "esempio" di partecipazione democratica? Si chiede troppo?

    RispondiElimina
  4. No, non si chiede troppo. Non ho partecipato alle primarie del Partito Democratico. Non l'ho fatto per due motivi, il primo perché non credo nella democraticità dell'istituto delle "primarie", il secondo perché sono molto lontano - e non certo da adesso - dalla prospettiva politica del Partito Democratico e di conseguenza non mi sembra abbia un senso votare per un segretario e un candidato premier all'interno di un partito che non ho mai votato e che (suppongo) mai voterò. Con tutto rispetto di chi vi fa parte e di chi lo rappresenta. Mi sembra di aver risposto chiaramente... o no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido, grazie.

      Elimina
    2. Grande Andrea!!!

      Elimina
    3. Invece a Gorizia un bel po' di persone ha pensato di farsi, ancora una volta, manipolare. Come dice il proverbio, la mamma degli illusi è sempre incinta!

      Elimina
    4. Bellavite non dica fesserie, lei è sindaco proprio grazie al Piddì aiellese, quindi lei è a tutti gli effetti un sindaco piddino e come tale viene percepito dagli aiellesi. Se poi vuol essere maestro di distinguo per compiacere gli amici goriziani , allora è un altro discorso.

      Elimina
    5. Mi è stato chiesto se sono andato a votare alle primarie. Ho risposto di no, perché non mi riconosco nel Partito Democratico, non l'ho mai votato e (suppongo) non lo voterò. Anonimo delle 17.34, mi sembra difficile smentire questi fatti, mi scrive quale fesseria avrei detto? Che poi uno debba sentirsi definire sindaco piddino perché nella sua lista civica sono presenti anche alcuni iscritti al Pd (oltre a tante persone appartenenti ad altri orientamenti politici), questa sì che, sinceramente, per usare le sue cortesi espressioni, mi sembra una fesseria...

      Elimina
    6. Piddì aiellese ... we have a problem!?!

      Elimina
    7. Almeno ci sarà qualche iscritto che si porrà qualche domanda. Non credo, almeno spero, che il sindaco si farà condizionare da eventuali ricatti; non mi sembra che questo atteggiamento gli sia proprio. Al contrario di molti candidati goriziani ...

      Elimina
  5. Se non avesse candidato Bellavite il PD ad Aiello avrebbe perso disastrosamente, come da tutte le altre parti, a cominciare da Monfalcone...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...per arrivare a gorizia

      Elimina