domenica 5 marzo 2017

La foiba c'è!

A parte qualche piccolo dettaglio si è scoperto che la fossa comune di 800 corpi esiste davvero e Urizio ha ragione. Solo che non è a Corno di Rosazzo, ma in Irlanda, solo che non sono stati i partigiani comunisti, le zecche rosse, a seppellire ma le suore che ospitavano madri non sposate, maltrattate e emarginate nel cattolico paese e per questo costrette ad abbandonare lì i bambini da dare in adozione. Le pessime condizioni in cui i piccoli venivano lasciati ne ha fatto morire a centinaia e le suore li hanno seppelliti in una fossa comune vicina al luogo che li ospitava. Non comunisti ma cattolici gli infoibatori, non uomini ma donne gli assassini, non la mentalità rivoluzionaria ma quella conservatrice, piena di tabù e ricca di esclusioni, quella che provoca la morte. Questa è davvero eterogenesi dei fini. Urizio dovrà rivedere i suoi criteri storiografici. 
adg



21 commenti:

  1. Questo vostro ironico accostamento non fa altro che confermare la vostra bassezza morale ma soprattutto concretizza l'incapacità di controbattere concretamente e con serità a chi la voglia di verità non l'ha persa e non la perderà mai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La voglia di verità non ce l'ha certamente chi è stato SCONFESSATO dalla magistratura e che continua a parlare. Non dice la verità chi accusa di continuo innocenti di essere assassini.

      Elimina
    2. Addirittura si è accusato di nefandezze Vinicio Fontanot.sono 10 anni che studio quella famiglia che ha perso tanti membri durante la guerra e nei lager.Licio si è impiccato nella caserma Piave di Palmanova perché non resisteva alle torture. Basta con i nostalgici della camicia nera

      Elimina
    3. Lei ha idea di cosa avveniva alla Lubianka?

      Elimina
    4. Appunto! Se ci mettiamo su questo piano non la finiamo più con tutte le nefandezze che sono state compiute da entrambi i lati!

      Elimina
  2. Non condivido il commento qui sopra, ma questa volta mi trovo in disaccordo con adg: decisamente strampalato l'accostamento proposto. Il riferimento alle non nuove scoperte di quei misfatti avvenuti nella
    cattolicissima Irlanda, avrebbe avuto forse ( ma anche no! ) un senso nel post dedicato alla questione del fine vita. Cordialità. GM

    RispondiElimina
  3. Sempre con queste foibe! Non conoscete altri argomenti? Ci eravamo sollevati di tono con i post precedenti e siamo ripiombati nella mediocrità!

    RispondiElimina
  4. Cara anna perché non ti prendi un anno sabbatico?

    RispondiElimina
  5. Invece il paragone e azzeccato ma la città di basabanchi in cui vivete non è in grado di capire

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Triste constatare che qualsiasi espressione di educato e motivato disaccordo susciti epiteti negativi. Ci fu la volta dell'imbecille, ora il basabanchi. Questa, poi!... GM

      Elimina
  6. La foiba di Rosazzo non sarà esistita ma si vuol forse negare che siano esistite le altre? E allora perché continuare in questa sterile polemica che non porta a nulla?

    RispondiElimina
  7. La guerra di resistenza fu fatta dai partigiani (comunisti e non) contro i fascisti e non dai cattolici contro i comunisti. Probabilmente molti partigiani e molti repubblichini furono cattolici praticanti e non combatterono una guerra religiosa ma una guerra di ideali politici. In quegli anni,inoltre la pratica di abbandonare i figli non voluti era in uso in tutta europa,sia quella cattolica che quella protestante. Il motivo non era la religione bensì la fame e la miseria.

    RispondiElimina
  8. Andate a parlare con i contadini di Rosazzo e sentite cosa vi dicono dei partigiani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che immagino siano tutti ultranovantenni.

      Elimina
    2. Ci sono anche i figli che lo hanno sentito raccontare dai genitori.

      Elimina
    3. Allora parliamo anche di interi paesi nella vicina slovenia e non solo (vedi nimis e Faedis) dati alle fiamme dalle squadracce fasciste, i loro abitanti trucidati o deportati. E' la guerra,signori,e fa schifo genera crudeltà e orrore e alla fine anche vendetta. Hanno sbagliato tutti e tutti si sono macchiati di atrocità. Ma di una cosa posso essere sicuro :non hanno iniziato i partigiani. Alla fine,duole dirlo, ma chi semina vento raccoglie tempesta.

      Elimina
    4. Sì, ma perché rinfocolare continuamente queste atrocità. Mettiamoci una pietra sopra e guardiamo avanti.

      Elimina
    5. Giusto! Ma ditelo a chi continua a scrivere sciocchezze nelle lettere sul piccolo

      Elimina
    6. Però noi non dobbiamo andargli dietro.

      Elimina
  9. Che pesantezza.se vogliamo scomodare gli analisti diciamo che il post e ' una semplice associazione di idee. I numeri sono uguali le modalità anche solo che una e vera e l'altra no

    RispondiElimina
  10. Un post per dire cosa? Che anche gli altri son cattivi? Delle prodi gesta dell'umana gente, ne siamo ben consapevoli...come, che le foibe, siano un dato di fatto.

    RispondiElimina