domenica 18 dicembre 2016

La Bomba proletalia.

Non ho visto nelle foto pubblicate su fb né il sindaco di Gorizia,  né un suo rappresentante alla fiaccolata di sostegno al sindaco Enrico Bullian di Turriaco, al quale è stata appesa ad un albero una molotov con un cartello che gli “sconsigliava” di accogliere un gruppetto di profughi nel suo comune. Altri sindaci hanno accolto e altri si preparano a farlo, realizzando così, come Gorizia chiede da tempo, l'accoglienza diffusa: piccoli numeri in tante realtà consentono di fare programmi di inserimento concreti, mettendo i richiedenti asilo nelle condizioni di svolgere lavori socialmente utili, come l'assistenza agli anziani a Cormons. Grandi assembramenti non consentono progetti realizzabili. L'accoglienza diffusa, che da anni chiede il prefetto e il sindaco Romoli, se attuata da tutti come sostiene l'Anci, eviterebbe gli ingestibili assembramenti che creano disagio a rifugiati e cittadini. Questa è l'unica strada possibile, visto che le guerre, la miseria e le disuguaglianze non solo non diminuiscono, ma si allargano e si centuplicano. La molotov messa a Turriaco cosa esprime? La solita violenza e irrazionalità di chi pensa che la crisi sia dovuta all'immigrazione e non a problemi finanziari di diversa natura. La molotov è una bomba proletalia perchè induce letalmente a pensare che il problema economico e sociale stia in quelli che sono vittime come noi di un sistema più complesso e ingiusto. Sono sicura dunque che il nostro sindaco si senta vicino a Bullian e ne abbia condiviso il discorso. 
adg



8 commenti:

  1. Se vuole sapere cosa esprime la molotov di Turriaco e probabilmente anche la testa di maiale messa davanti al centro di riunione islamico di Monfalcone le posso dare un aiuto. In termini tecnici si dice "false flag" . Se non sa cosa voglia dire si informi. Cordiali saluti

    RispondiElimina
  2. Un clima teso, che tende a perdurare per troppo tempo, porta a situazioni paradossali e a comportamenti del tutto irrazionali. Mi ha comunque colpito la (relativa) numerosità delle fascie istituzionali contrapposta alla (evidente) scarsità della cittadinanza reale. Appariva quasi una "manifestazione partecipata a senso unico" e questo non è particolarmente positivo. Troppi discorsi ripetitivi e ripetuti, calati da ciascuno ancor prima di aver innestato la funzione uditiva (preliminare all'ascolto). E poi, tanta tanta ipocrita speculazione ...

    RispondiElimina
  3. Andrej Drosghig18 dicembre 2016 19:06

    Sull'immigrazione bisogna riflettere, riflettere davvero. Vero che è una manifestazione dei nostri tempi. Vero che le persone soffrono e dovrebbero essere libere di rifugiarsi dove ciò nn avvenga. Ma può il nostro sistema sostenerlo davvero? Riflessione riflessione riflessione, senza colpevolizzare il debole e l'ignorante. Il razzismo è figlio della paura come delle frasi fatte e delle posizioni acquisite che non contengono riflessione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciò senza in nessun modo giustificare violenza e intimidazioni.

      Elimina
  4. False flag? Ma ci rendiamo conto? la giunta di Bullian si è messa da sola la molotov per passare per vittima e gli islamici si sono buttati teste di maiale apposta? Bene, allora se esiste un minimo di logica razionale il cigno indovina chi se l'è mangiato???? False flag, ragazzi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sul cigno, c'e' un video, c'e' poco d indovinare. Per il resto, stupide goliardate.

      Elimina
    2. Ah un video? Io l'ho visto e sfido a vedere persone e cigni. Voi le chiamate in inglese
      In italiano si chiamano balle

      Elimina
    3. si vabbe' il cigno si e' suicidato.

      Elimina