mercoledì 16 novembre 2016

Paolo Mieli e la Storia: appuntamenti di novembre

Il nuovo libro del giornalista e storico Paolo Mieli dal titolo “IN GUERRA CON IL PASSATO” verrà presentato venerdì prossimo 18 novembre alle ore 18 alla libreria Antonini in Corso Italia a Gorizia dal direttore della rivista Isonzo Soča Dario Stasi e dalla redattrice della stessa rivista Anna Di Gianantonio. Con la consueta arguzia e lucidità l'autore in questo suo ultimo lavoro conduce il lettore in un viaggio lungo i secoli durante il quale affronta e demolisce alcuni dei nostri miti più comuni alla luce di fatti e documenti, offrendo spesso una visione alternativa a quella ufficiale. Il libro ha come il sottotitolo “Le falsificazioni della storia”.

Questa presentazione ha luogo alcuni giorni prima della conferenza che Paolo Mieli terrà al teatro Verdi di Gorizia domenica 27 novembre alle ore 17.30 dal titolo “L'ITALIA, GORIZIA E IL CONFINE ORIENTALE”, la prima fra le quattro lezioni di storia del Novecento goriziano organizzate da Isonzo Soča e dall'associazione Amici di Isonzo Soča con il sostegno del Comune di Gorizia, della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia e di Transmedia S.r.l.  

57 commenti:

  1. Non c'era proprio nessun altro da invitare?

    RispondiElimina
  2. Un'altra delusione da questo Forum! Ormai non mi ci riconosco proprio più.

    RispondiElimina
  3. Mi meraviglio di Anna.

    RispondiElimina
  4. Ma non lo vediamo già abbastanza in TV?

    RispondiElimina
  5. Niente di male a presentare un libro, ma un po' di coerenza, che diamine! Mieli si è espressamente schierato per il sì al referendum, quindi...Stasi ci sta. Ma Anna Di Gianantonio? So che si tratta di un libro di storia, magari anche scritto bene e interessante, ma in questo clima generale, a poco più di due settimane dal referendum " epocale " ( ho finito col detestarla, questa parola! ), mi pare una decisa stonatura. GM

    RispondiElimina
  6. Niente di male a presentare un libro d'accordo ma non "quel" libro.

    RispondiElimina
  7. A coerenza stiamo a zero!!!

    RispondiElimina
  8. Siete come tutti gli altri!

    RispondiElimina
  9. Allora cerchiamo di chiarire. Punto primo il Forum non è organizzatore della serata che è fatta dalla rivista Isonzo soca. Secondo. Il referendum non c'entra nulla, si tratta di un libro di storia, che viene presentato. La presentazione non significa essere d'accordo con quanto scrive Mieli, infatti si discuterà e le presentazioni sono fatte anche per dire che non si è d'accordo su alcune impostazioni, terzo mi ha chiesto Dario Stasi di presentare questo libro. Per me Dario Stasi è un amico cui sono legata da 30 anni. Le nostre idee politiche non collimano sempre, ad esempio sul referendum, in cui io lavoro per il no. Questo non significa che io non discuta con Dario Stasi, come si è visto ampiamente sul blog, ma se mi chiede di fare qualcosa difficilmente gli dico di no, mantenendo ovviamente le mie idee. Per concludere non posso non osservare che per quanto riguarda le mie posizioni o le mie scelte, o sono troppo comunista o non sono comunista o sono populista o sono traditrice del popolo, il che mi fa pensare di essere sulla buona strada.

    RispondiElimina
  10. O di non aver capito niente.

    RispondiElimina
  11. A VOLTE è NECESSARIO PRENDERE LE DISTANZE ANCHE FISICAMENTE.

    RispondiElimina
  12. Parla il saggio della montagna

    RispondiElimina
  13. Paolo Mieli.... vabbè dai, piuttosto che un dito nell' occhio... per Gorizia può anche andare... sufficiente dai...
    mauro

    RispondiElimina
  14. No, no meglio un dito nell'occhio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah si... allora per il prossimo libro si chiede Vittorio (!) Sgarbi come personaggio famoso
      mauro

      Elimina
  15. Scusate ma ci sono cose ben peggiori della presentazione di un libro! E anche in tale occasione c'è la possibilità di dire qualche cosa di sensato! Noto un'acredine prevenuta e immotivata ... nessuno è costretto a partecipare a tale iniziativa. Chi dissente non si presenti all'appuntamento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però un po' d coerenza non guasterebbe!

      Elimina
  16. Cara Anna, è "l'invasione degli imbecilli", come ha detto Umberto Eco pochi mesi prima di morire. Anche Crozza ha creato un nuovo personaggio, Napalm, un anonimo compulsivo che sulla rete passa il tempo ad attaccare e criticare il prossimo. Per la precisione Eco ha detto:"I social media danno diritto di parola a milioni di imbecilli che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività. Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritrto di parola di un premio Nobel. E' l'invasione degli imbecilli". Alla luce di quanto ci accade intorno, da Trump a Grillo ai populismi vari, questo fenomeno ci fa capire un po' copme va il mondo. E' una cosa seria. Secondo me nel blog dovreste continuare a fare i vostri commenti lasciando che tutti li leggano, ovviamente, ma impedendo agli anonimi di intervenire. Si interviene solo con la firma. Sarebbe un modo per ostacolare questa deriva. Dario Stasi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E questo sarebbe il rispetto delle idee altrui? O sono da rispettare solo quelle del sig. Mieli?

      Elimina
    2. L'imbecille delle 14.15 ( astemio! ) che, come sua consuetudine, si è espresso educatamente, pur manifestando delle perplessità, non ha timore di firmarsi. Ma stasera un po' di camomilla, caro Dario Stasi. Cordialità. Giorgio Mancini ( seleziono anonimo, solo perché non trovo un'altra categoria adatta ).

      Elimina
    3. Parte tutto da quel "benvenuti", signor Dario Stasi, un blog aperto a tutti...senza alcuna distinzione e, si accetta tutto, plausi, critiche, prese per i fondelli e provocazioni ( gli insulti restino nelle tasche ) e, si risponde argomentando, ragionando, convincendo quando possibile. Dare degli imbecilli a chi, anonimamente non è allineato e non concorda o provoca, implica l'ammissione di non essere in grado di far fronte con il proprio pensiero all'invasione da lei paventata. Se dopo l'istituzione della firma ( che potrebbe esser fittizia )l'invasione degli "imbecilli" dovesse proseguire, che si fa? Un patentino con esame per verificare che il soggetto sia in grado culturalmente di argomentare? A quel punto, quel "benvenuti" risulterebbe decisamente ipocrita. Ho sempre letto con piacere il blog, condividendo a volte i vari pensieri e onestamente le dico che il suo non lo condivido affatto, lascia in bocca un sapore di...presunzione. Cordialmente.

      Elimina
    4. Presunzione a palate.

      Elimina
    5. http://www.opinione-pubblica.com/classismo-aristocratico-della-sinistra-italiana/

      Elimina
  17. Si è dimenticato di citare il vincitore di alcune puntate alla Ruota della Fortuna del 1994. Mike Bongiorno un grande professionista...l'altro un cantastorie patentato. Su Radio Anch'io, ieri mattina in diretta, ha detto tutto ed il contrario di tutto, ovviamente senza essere interrotto...Lasci stare Trump (ci pensino gli americani) e Grillo (che al momento ha ben poco potere). Dovremmo pensare, invece, a coloro che in Italia di potere ne hanno molto e lo usano male a sfavore del proprio popolo! Evviva gli anonimi...perché è meglio essere singoli imbecilli che singoli utili idioti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scimmiotto la governatrice fvg che si è rivolta a Bersani: caro Stasi, ci ripensi! Mi sembra impossibile che una persona che ha impegnato la propria intelligenza ad unire le diverse "sponde" possa contribuire con il proprio voto a traghettare questi che hanno compiuto scelte divisive e forzate. Per il resto sono convinto che ognuno possa esprimere la propria opinione attraverso diverse modalità, anche l'anonimato; gli stupidi sono tanti ma, dopo un po', si spera che rimangano isolati.

      Elimina
  18. La prossima sarà la presentazione del libro di Bruno Vespa?

    RispondiElimina
  19. quello che proprio non riesco a capire è perché se ne sia parlato su questo blog. La di Gianantonio è libera di presentare quello che vuole a titolo personale ma cosa c'entra il Forum?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti.il forum ha pubblicato um semplice comunicato stampa

      Elimina
    2. Non mi risulta che vengano pubblicati tutti i comunicati stampa. Questo era proprio necessario pubblicarlo?

      Elimina
  20. Facile stare sempre in cattedra e poi fare questi scivoloni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scivoloni de che??comunque sei sempre tu. Il finto timido del forum vessato dalle perfide virago, adesso il duropuro fustigatore dei costumi altrui e pronto a vedere come gira il vento

      Elimina
  21. Trovo inaccettabile il commento di Stasi e il fatto che nessuno del Forum lo abbia stigmatizzato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io lo trovo accettabile

      Elimina
  22. E' questo che è preoccupante!

    RispondiElimina
  23. Penso che voi del Forum dovreste fare una seria riflessione al vostro interno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo ben altro a cui pensare

      Elimina
    2. Con questi atteggiamenti non andrete da nessuna parte.

      Elimina
  24. D'accordo, però tu ci prometti che cambi medico e ti trovi uno bravo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E mi raccomando, liberatevi degli imbecilli come l'anonimo delle 14,06 .

      Elimina
    2. Allora tutti d'accordo ha ragione Stasi: c'è l'invasione degli imbecilli

      Elimina
  25. Caro Giorgio Mancini, una bella stonatura è anche la tua, che tiri fuori il sì e il no decisamente fuori luogo. Ma anche il consiglio della camomilla, lo reputo una battuta ingiustificata e fastidiosa, tipico probabilmente di uno aduso a berne troppa. DS

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Altro che camomilla: polvere da sparo, ieri sera...Comunque tranquillo, non scado certo nella rissa e me ne esco qui. E questa non è viltà né coraggio, ma presa d'atto che un confronto pacato e sereno non è possibile. Senza aspettare che qualcuno urli " Fuori fuori ", fai pure una spunta su un imbecille in meno e...stai sereno. Ironia fastidiosa pure questa? O..NO ( e daje..)? Cordialmente. GM

      Elimina
  26. Ma perché dobbiamo continuare a farci del male?

    RispondiElimina
  27. Con questi commenti Stasi non fa altro che confermare quanto sostengono le persone che lo criticano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' tutto questo perché si presenta un libro di Mieli! Siamo al delirio

      Elimina
    2. Forse lei non sa chi è Mieli.

      Elimina
  28. Adesso facciamo anche pubblicità?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma chiiiiii? Facciamo chiiiiii?

      Elimina
  29. Beh, insomma, anonimo delle 10.09, non ha mai sentito parlare di spam? La maggior parte sono eliminate automaticamente da blogspot, qualcuna sopravvive...

    RispondiElimina
  30. 50 commenti, molti incomprensibili e poco attinenti. Rimane, per me, l'amarezza di qualche Sì di troppo (un "mito" per me che -leggermente- si appanna). Andiamo avanti con la speranza di un VERO, e non ipocrita, cambiamento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa anonimo delle 14.27... non ho capito quale tuo mito che si appanna... saluti
      mauro

      Elimina
    2. A domanda rispondo: D. S. (e non Democratici della Sinistra). Comunque lo stimo per quanto ancora sta facendo.

      Elimina
  31. Infatti
    Commenti che con la scusa di Mieli vogliono solo muovere le acque.A questi signori vorrei chiedere cosa votano al referendum e mi piacerebbe saperlo anche dai candidati sindaco

    RispondiElimina
  32. " E' solo folklore ": Paolo Mieli, ieri sera a Otto e mezzo, a proposito delle varie "perle " di De Luca. Che...personaggetto, il P.M. ( non pubblico ministero )... Proprio non ce la facevo a starmene zitto! GM

    RispondiElimina
  33. Appunto! Questo è Paolo Mieli!

    RispondiElimina