venerdì 10 giugno 2016

Costituzione e costituenti


La pioggia battente non ha impedito la conferenza davanti al teatro Verdi organizzata dal Forum con il comitato per il NO alla riforma costituzionale. Presentato da Andrea Picco, Fabio Sesti ha fatto un chiaro excursus spiegando i motivi che hanno spinto i legislatori, riuniti in Assemblea Costituente, a stabilire i principi della Carta, per nulla superata, considerando l'età della costituzione americana, tre volte più vecchia e che nessuno si sogna di emendare. Sesti ha messo in luce le proposte di cambiamento del Senato e i rischi della riforma elettorale Italicum che consegna al partito che non avesse il 40% di elettori al primo turno e andasse al ballottaggio, un premio di maggioranza tale da renderlo “padrone” della Camera e dunque del presidente della repubblica e della Corte Costituzionale. E questo è avvenuto a colpi di maggioranza di governo e non dopo un ampio dibattito dove tutte le esigenze politiche fossero rappresentate, come era avvenuto nel '46 . Il Forum e il Comitato continuano a raccogliere le firme. Da sottolineare che si può firmare anche per i punti più controversi della riforma “Buona Scuola” che attribuisce poteri eccessivi al preside manager. Altre iniziative verranno fatte per sensibilizzare l'opinione pubblica su una riforma che rischia di restringere sempre di più gli spazi delle opposizioni in Parlamento.
adg

Nessun commento:

Posta un commento