sabato 26 marzo 2016

Invitiamo la Nicolini a Gorizia!

Renzi vola a Lampedusa e conversa sulla riva del mare con la sindaco Giusy Nicolini. E' una delle immagini della cronaca nazionale di oggi.
E' motivo di dispiacere sentire il sindaco Romoli, per quanto a lui possibile di solito abbastanza signorile, scendere al livello delle parole di oggi sulla pagina goriziana del Piccolo. "Sono stati smentiti gli sciacalli che prevedevano un'invasione di profughi". Mentre tutta l'Europa sta cercando con enorme difficoltà una soluzione a un problema che interessa ormai milioni di persone messe in movimento dalle guerre infinite degli ultimi decenni, Romoli è contento perché il blocco delle frontiere balcaniche gli permette di continuare a ignorare i richiedenti asilo presenti in città. E chi, con realismo richiama la mondializzazione della questione, viene definito senza mezzi termini "sciacallo", uno cioè che approfitta di un fenomeno antropologico gigantesco per mettere in discussione la bellezza bontà e verità dell'amministrazione comunale di Gorizia. Ci sarebbe da sorridere davanti a una simile faccia tosta, se la situazione non fosse invece drammatica e ben lontana dall'essere risolta. 
Insomma, dopo non aver fatto assolutamente nulla per strappare i nuovi arrivati dalle rive dell'Isonzo e dai parchi cittadini, dopo aver messo i bastoni fra le ruote ai Medici Senza Frontiere con la richiesta di una licenza talmente anomala da rendere difficile perfino l'individuazione dei documenti da richiedere, dopo aver dichiarato - lui e la sua compagine - che i richiedenti asilo vengono a Gorizia perché qui hanno trovato la tendopoli allestita dalla Provincia, ora definisce "sciacalli" quelli che non si foderano gli occhi di prosciutto locale e richiamano le istituzioni alle loro responsabilità. 
Caro sindaco Romoli, ha mai sentito parlare di Giusy Nicolini? Perché non invitarla a Gorizia a darci qualche lezione, partendo dall'esperienza - di certo mille volte più complessa - di Lampedusa?

6 commenti:

  1. Giusi Nicolini e' per unoetrino la brunetta dei Ricchi e Poveri

    RispondiElimina
  2. Dunque un invito strumentale...una persona da usare insomma, per alimentare l odio contro il sindaco.
    Secondo voi il sindaco di L amped usa si abbassera' a questo
    mercanteggio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si presterà anche perché il viaggio sarebbe a carico suo.noi i soldi li diamo per la foiba che non c'è

      Elimina
  3. Per quale motivo? Per sentirci dire che ci vuole pragmatismo nell'affrontare il problema? Che a fronte ( parliamo di Lampedusa) di migliaia di arrivi il Sindaco in questione nulla o poco può fare se non chiedere aiuto? Che deve, ripeto deve intervenire la comunità tutta ed in primis lo Stato? Quello che si dovrebbe fare forse lo sappiamo già, ma tra il pensarlo e il farlo...si ricorda del progetto accoglienza diffusa? Morte prematura. Altro piccolo appunto se consente, trovo ridicola la frase relativa agli sforzi dell'Europa....siamo onesti, la comunità collassa, vengono prese iniziative unilaterali, si selezionano i profughi, si paga miliardi il maggior esportatore di clandestini, se chiamate cercare una soluzione questa...

    RispondiElimina
  4. Invitiamo i Marò!

    RispondiElimina
  5. O anche un paio di ghostbuster. Per la fantomatica e fantasmatica foibaviaggiante, dico!

    RispondiElimina