domenica 20 marzo 2016

Grazie, Medici senza Frontiere!

Questa storia della licenza edilizia a Medici senza Frontiere è veramente imbarazzante. Tanto di cappello all'Arcidiocesi che, lottando contro il tempo e soprattutto contro le esternazioni degli esponenti del centro destra goriziano, ha raccolto la documentazione necessaria. Ma che dire dall'atteggiamento di un Comune che invece di ringraziare mette i bastoni fra le ruote a chi fa salti mortali per levare le classiche castagne dal fuoco a chi dovrebbe invece essere in prima fila nel rispondere alle esigenze dei nuovi arrivati e degli stessi cittadini? Ammirevole è la forza d'animo di un'organizzazione che si trova impegnata nella solidarietà sui più delicati fronti mondiali e che nella tranquilla Gorizia deve evitare le insidie burocratiche di un sindaco e di una maggioranza che non fanno che sottolineare la non opportunità di tale presenza. Bene, se il centro destra cittadino riuscisse nella singolare impresa di far perdere la pazienza a msf, decine di persone tornerebbero a soggiornare sulle rive dell'Isonzo e nei parchi cittadini. Forse è ciò che desiderano coloro che vogliono innalzare lo scontro sociale, irridendo chi finora si è dato tanto da fare e non proponendo la benché minima sensata alternativa?

8 commenti:

  1. Ai medici senza frontiere il premio per la pazienza e l'equilibrio. Se fossi stato io il responsabile, me ne sarei andato subito lasciando alla giunta senza cuore, senza idee e senza progetti di nuovo la patata bollente che non è mai riuscita a gestire.

    RispondiElimina
  2. Tra lo staff di msf vi sono ovviamente operatori di intelligence sotto copertura. Significa che la situazione di Gorizia è piu critica , dal pdv delle dinamiche di infiltrazione terroristica, di quanto sti tontolotti del Forum riescano a pensare.
    Altro che premio per l equilibrio, del resto MSF sono addestrati per operare in condizioni estreme di confltti violenti e di devastazione che sara' mai Gorizia? Il responsabile se ne andra' per noia, c' è bisogno di lui a Raqqa, Aleppo, Mogadiscio...a dottori'!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L' 80% delle ong sono infiltrate da operatori di intelligence,per capire come funzionano le cose basta informarsi(bene)da dove arrivano gli ingenti finanziamenti.

      Elimina
    2. Ovviamente la presenza di operatori di intelligence (anche in MSF) non è vista con accezione negativa.
      A Gorizia, soprattutto dopo che dalla Germania si è fatta avanti una ONG f on data da una setta islamica pakistana. I fondi di qs ONG con sede a Londra provengono da traffici di armi, droga ecc...I proventi spesso finiscono nel pilastro dottrinale della 'carita' .

      Elimina
    3. Almeno Msf ha intelligence.voi non so

      Elimina
    4. Le ong sono diventate un cavallo di troia per l'ingresso del terrorismo mercenario isis in europa.

      Elimina
    5. Bravi, allora faccia qualcosa il comune.

      Elimina
  3. http://megachip.globalist.it/Detail_News_Display?ID=125559&typeb=0&il-suicidio-europeo-di-fronte-alla-turchia

    RispondiElimina