lunedì 18 gennaio 2016

Beffe e danni...

Dai controlli fatti dai consiglieri comunali Traini e Abrami risulta che l'Università Popolare non ha pagato l'affitto per un bel po' di mesi, quando il sindaco aveva detto “han pagato sino all'ultimo euro”. Quindi oltre alla beffa si aggiunge un danno per le casse del comune, cioè, le NOSTRE tasche. Questo mi pare un concetto poco chiaro a loro signori: il comune NON è una proprietà privata da concedere a prezzo di favore a persone amiche, ma un bene dei cittadini, come il patrimonio della Fondazione Coronini.  Davanti ai beni pubblici, TUTTI  i cittadini sono portatori di interesse, anche chi non usufruisce dei “master” dell'Università. Comunque la situazione si complica. Mi chiedo: c'è stato forse un danno erariale? Esistono solleciti di pagamento per la morosità? Inoltre negli USA un presidente americano si è dimesso per avere detto il falso, un sindaco a Gorizia che fa, se la menzogna viene accertata?  
adg

9 commenti:

  1. Ma un sollecito comunale a pagare un affitto fatto quasi un anno dopo si può ancora chiamarlo sollecito?

    RispondiElimina
  2. Ma il sollecito c'è? Per me non c'è nulla. Qualcuno deve ringraziare che il tribunale è sotto organico, perchè di lavoro ce ne sarebbe a bizzeffe.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il piccolo di oggi dice che l'ultimo pagamento è del marzo dello scorso anno e quindi dovrebbero mancare una decina di mensilità
      Sempre secondo il piccolo il sollecito è del 12 gennaio di quest'anno quindi dopo le domande fatte su questo blog e dopo l'assicurazione del sindaco che tutto il dovuto era stato pagato

      Elimina
    2. La cosa più grave è che il sindaco abbia pubblicamente mentito. E si deve fare chiarezza anche sul logo, che non è cosa secondaria.

      Elimina
    3. Anche un'occhiatina ai docenti io la darei, così, giusto per vedere se ci troviamo qualche amico degli amici.

      Elimina
    4. ...che vegni fora tuto

      Elimina
  3. Mi sembra che sia stato Nixon quel presidente americano costretto a dimettersi in seguito alo scandalo watergate.Ha mentito e giustamente è stato costretto a dimettersi.Per i presidenti americani che dicono troppe verità spetta però una sorte ben peggiore(vedi Kennedy).

    RispondiElimina
  4. Cara adg non si stracci le vesti per un paio di mesi di affitto non pagati visto che qua in italia non si dimettono nemmeno i politici indagati per mafia(compresi quelli dell'area pd che ovviamente sono innocenti a prescindere)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benissimo! Allora candidate direttamente un rampollo dei Casamonica, così le cose non potremo nemmeno più denunciarle, perchè saremo vittime di lupara bianca.

      Elimina