mercoledì 16 dicembre 2015

Sciacalli & sciacalli

Il sindaco Romoli accusa di squallido sciacallaggio chi si domanda se lasciare decine e decine di persone per oltre un anno in balia di sé stesse configura un reato di omissione di soccorso. E se, a fronte dei molteplici avvertimenti di pericolo, non fare nulla per evitare assembramenti molto pericolosi sulle rive del fiume non possa corrispondere a qualche reato determinato dal non aver evitato una tragedia come l'annegamento di un richiedente asilo nella scorsa estate. E' sciacallaggio domandare a chi di dovere se esistano o meno degli estremi, là dove il documento presentato è corredato da testimonianze, articoli e ampie analisi su ciò che è accaduto? O non è invece sciacallaggio sfruttare il malumore dell'opinione pubblica gettando benzina sul fuoco delle divisioni, affermando tra le altre cose che l'accentuazione del fenomeno migratorio dipende da coloro che si sono schierato a favore dell'accoglienza senza e senza ma? Perfino l'Arcivescovo ha richiamato implicitamente Romoli, nel momento in cui questi - nella sua battaglia morale contro i richiedenti asilo e soprattutto contro chi li assiste (compresa un'associazione internazionale prestigiosa come Medici senza Frontiere - ha ribadito come l'unica soluzione sia "che se ne vadano da un'altra parte". "Si possono avere opinioni differenti - ha sostanzialmente detto il Vescovo - ma una volta che degli esseri umani "albergano" in un determinato territorio, qualcuno deve pur prendersi cura di loro!" Invece di accusare a vanvera, il sindaco si adoperi - come è sua primaria responsabilità - per sollevare dal pericolo tuttora incombente le decine di profughi fuori convenzione, molti dei quali di nuovo sull'Isonzo. Poi continui pure la sua lotta - per certi versi perfino condivisibile - per convincere anche altri comuni a fare altrettanto. Altrimenti non se la prenda se viene accusato di negligenza da chi da lungo tempo l'aveva avvertito e da chi da oltre un anno si prende cura quotidianamente dei richiedenti asilo non convenzionati.
ab

7 commenti:

  1. Eh, Romoli ha perso la pazienza e ci chiama sciacalli.In fondo però il sindaco ha ragione. Quando mai qualcuno ha osato fare opposizione a Ettore Romoli per davvero? Lusingati dalle sue facezie, immobilizzati dal suo savoir faire, molti si sono beati della sua pacca sulla spalla. E quando diceva che lui era il Migliore, non gli hanno mai detto che questo soprannome era di Palmiro. E dopo tutti questi anni, quando lui pensa già al prossimo incarico, qualcuno gli scarica addosso addirittura un esposto!!! Ma siamo matti! Non solo sciacalli, ma serpi, crotali,luridi insetti che si mettono a difendere afgani ineleganti e puzzolenti, venuti qui apposta,attirati dai tendoni bianchi di Gherghetta, trattenuti da quelle poco di buono delle volontarie, che se non si beccano l'afgano, non le vuole nessuno e solo per rovinargli l'ultimo anno di mandato! Maledetti afgacomunisti!

    RispondiElimina
  2. Chi parla di sciacallaggio e strumentalizzazione o di manovra elettorale e diffamando diverse realtà e persone, ed insultando prima di tutto i migranti che hanno vissuto sulla loro pelle il disastro del "sistema" goriziano,senza dimenticare il povero Taimur, viene da pensare che se si indigna così tanto, urla così tanto, con toni di una gravità e pesantezza inaudita, significa che ha qualcosa da temere? Le loro urla di indignazione non mineranno il lavoro di chi vuole e chiede o meglio pretende semplicemente una cosa banale in un sistema civile: giustizia ed assunzione piena di responsabilità. Nessuna propaganda, bensì civiltà giuridica e sociale, quella che probabilmente a qualche persona è sconosciuta.mb

    RispondiElimina
  3. Manovra elettorale al contrario, mi pare! Cioè per essere sicuri di perdere le elezioni! Ecco i commenti dei lettori del Messaggero Veneto alla notizia: http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2015/12/14/news/la-gestione-dei-profughi-finisce-in-procura-1.12617345?ref=search
    Vabbè, è vero, non è che siano proprio tutti intellettuali quelli che scrivono quei commenti...però è sintomatico dell'umore del popolo. Meditate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi Romoli che parla di manovra elettorale del forum per prendere voti ha sbagliato anche questa volta

      Elimina
    2. Prova chiara e lampante che per il Forum non contano le elezioni se bisogna vincerle sollecitando l'istinto più basso di una parte della popolazione o facendo gli yes men del potente di turno.

      Elimina
  4. E se .... (coi se e coi ma....)
    E se Gorizia fosse stata governata da una giunta di centro sinistra, l'esposto sarebbe partito lo stesso?
    E se fosse stato Andrea Bellavite il Sindaco di Gorizia (qualche anno fa era candidato), sarebbe stato lo stesso oggetto di questo esposto?
    Ovvero la tragedia del povero Taimur non si sarebbe verificata? Siamo sicuri?
    In definitiva il Sindaco potrà essere responsabile, ma fino ad un certo punto, in un capoluogo di Provincia sede di n. 4 Comandi Provinciali di Forze dell'Ordine + la Prefettura..!
    E poi la Protezione Civile, la potente Protezione Civile (già del Cav BERTOLASO),che tutti ci invidiano, dotata di mezzi innumerevoli e uomini a riosa.
    A Grado, per le Frecce Tricolori arrivano a blindare chilometri di spiaggia dal bagnasciuga con mezzi che sembrano anfibi e con centinaia di uomini e donne che sembra il 6 giugno del '44 a "Juno beach" (la zona dello sbarco più "tranquilla" in Normandia.
    mauro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con il senno di poi.......
      Che la giunta attuale sia inadempiente o abbia tardato a svegliarsi, unitamente alla Prefettura, non ci piove ma, estenderei le responsabilità anche alle altre giunte comunali che non ci sentono (riguardo all'accoglienza) e pure verso il nostro consiglio Regionale cieco e sordo sino a ieri.
      Se l'accoglienza diffusa fosse stata una realtà, Taimur forse non sarebbe annegato quindi, quanti altri sindaci o assessori son da ritenere colpevoli?
      La ritengo una disgrazia, causata in parte dalla mancanza di accoglienza ma, sempre di disgrazia parliamo...

      Elimina