mercoledì 30 dicembre 2015

Gorizia, tra solidarietà europea e impotenza istituzionale

Dalla Francia, dalla Slovenia, dalla Croazia, dall'Austria, dalla Germania, dalla Svizzera e da tante regioni d'Italia, sono numerose le iniziative di solidarietà realizzate a favore dell'accoglienza dei richiedenti asilo "fuori convenzione" presenti a Gorizia. Le associazioni e le persone che si stanno mobilitando per raggiungere la città portando camion di generi di prima necessità non si domandano se sia giusto o meno aiutare i profughi o se questi abbiano o meno il diritto di restare in Italia. Semplicemente riconoscono il fatto della loro presenza e sostengono l'iniziativa dei volontari Caritas, Insieme con voi e singoli cittadini che da oltre un anno svolgono un lavoro incredibile, per di più insultati e ridicolizzati da chi avrebbe dovuto coordinare le azioni. Sì, perché questo è ciò che stupisce: da ogni parte d'Europa ci si accorge di quello che accade a Gorizia, mentre a Gorizia la posizione ufficiale dell'amministrazione comunale che dovrebbe gestire quella che viene impropriamente definita un'emergenza è una sola, "che se ne vadano da un'altra parte". Mah...

20 commenti:

  1. In Francia gli afghani e pachistani non ci vanno in quanto meta privilegiata dai nord africani. La Croazia non accetta il riconoscimento di rifugiati a gli stessi. Così come la Germania di Frau Merkel. L'Austria ancora non decide, ma nell'incertezza, meglio metterli su di un treno per Udine (e Gorizia), la Svizzera....chi accoglie?? Quindi tutto il vostro bel elenco si riduce ad un solo stato: Italia (Gorizia). Quindi la risposta umanitaria di questi stati è: "Vi aiutiamo umanitariamente, ma teneteveli voi!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà se riuscirai prima o poi o guardare un pochino più in là del buchino del tuo ombelico...

      Elimina
  2. Cioè, tutti aiutano un paio di afgani giovani e sani e nessuno aiuta bambini e donne fuggiti dalla guerra vera e intrappolati nelle steppe balcaniche? E' proprio vero che la società è maschilista e il forum se potesse eliminerebbe il bambinello e Maria dal presepe, perchè bambini indifesi, molti gettati vivi in mare, donne e non afgani/pakistani possono crepare di stenti. Sono invisibili e inesistenti.
    Se il forum avesse un minimo di umanità convoglierebbe tutti quei camion laddove ce n'e' bisogno. Latte in polvere, farmaci, pannolini, i bimbi sono più deboli di certi gagliardi ventenni cresciuti a pane e capre sgozzate. Non posso pensare che siete così senza scrupoli che non avete mai speso una parola per i veri profughi siriani. Perchè in fondo è chiaro, a voi la solidarietà è utile solo quanto può essere strumentalizzata, e va fatta apposta in modo plateale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lei continua a ripetere ossessivamente e anche giustamente,che i vere vittime delle varie guerre sono donne,vecchi e bambini,gettati in mare dalla mafia degli scafisti in combutta con daesh,turchia,a altre bande di farabutti.Evidentemente,come avrà anche lei notato,i pasdaran del forum di questi spinosi argomenti se ne sbattono,o al limite non possono parlarne altrimenti qualche ong leva le sponsorizzazioni.Lasci perdere,mi creda.Con questi personaggi lei spreca il suo tempo.

      Elimina
    2. Ha ragione, ho notato anch ' io questo inquietante silenzio. Essendo io stesso un migrante, ho pensato che forse le menti di costoro potessero captare segnali. Ma nulla. Solo odio, recriminazioni ecc...Peccato, so che ci sono diversi volontari che operano sinceramente. Prendetevi davvero a cuore qualche piccolino intrappolato nei Balcani.

      Elimina
    3. Oh finalmente bene così inutile che continuate a sprecare il vostro tempo su questo blog con tutti i bimbi intrappolati nei Balcani che voi riuscite a salvare...

      Elimina
    4. Terrificante questo commento.
      Aberrante e squallido. noi, voi, ma che vuol dire? si sta parlando di vite di bambini indifesi la cui salvezza è un compito di ogni essere umano, senza distinzioni.
      Un commento davvero aberrante. Davvero esistono esseri umani che hanno il cervello così devastato?

      Elimina
  3. Ragazzi, non so se ve ne siete accorti, ma vi state ripetendo!

    RispondiElimina
  4. Si dimentica nel post di citare che, in primis, ciò che stupisce e dovrebbe farci riflettere, è la dimostrata mancanza di volontà da parte dello Stato a risolvere o intervenire concretamente sulla questione....parole, parole e solo parole...se non consideriamo i sporadici spostamenti di profughi in altre regioni ( volti a spostare e non risolvere il problema). Dove sono i centri di accoglienza previsti dalla normativa europea? Ciò che stupisce è il nostro consiglio regionale, incapace di mettere in atto e concordare con i sindaci, un piano concreto per l'accoglienza diffusa. Quanti sono i comuni in Regione che accolgono ( non si consideri Gradisca)? Delle responsabilità della giunta goriziana ne abbiamo discusso ampiamente e, questo, è l'ennesimo spot....mirato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché non si consideri gradisca? Io sono di gradisca ed è strapieno! Perché non ve li tenete voi a Gorizia che è più grande e capoluogo e ha l'ospedale il tribunale.....

      Elimina
    2. Mi spiego meglio....stavo parlando dei comuni che hanno accettato di accogliere i profughi. Gradisca non può essere inserita nell'elenco in quanto non è stato il comune a proporsi ma è stato lo Stato/Prefettura a disporre l'accoglienza dei profughi nel CARA e nel CIE...

      Elimina
  5. quasi quanto l'ultimo commento...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente, quasi...perché le responsabilità si ripartiscono dal grado più alto (Stato) all'ultimo (Comune). Quelle della giunta goriziana sono evidenti e non si discutono ma, nei post si nota una certa predisposizione a sorvolare sulle altre.... se c'è equità di critica faccia lei....

      Elimina
  6. Il Comune è l'ente territorialmente più vicino ma, nei fatti, il più lontano...
    Se questo è equo...faccia Lei...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo Stato e la Regione sono territorialmente più lontani ma, nonostante nei fatti (o forse a parole)siano con mezzi, denari e poteri ben superiori al semplice comune.....ancora più lontani, eppure le critiche nei loro confronti sono rarissime...equo o si deve pensare che il colore politico rende immuni?

      Elimina
    2. tutti usano i 'migranti' chiamandoli in modo diverso ma pur sempre con lo scopo di spremerli. I trafficanti di uomini per avere il loro denaro, alcune nazioni per poterli espellere e affogare (specialmente se piccoli e teneri, in modo da suscitare più orrore), e in seguito poter ricattare l'Europa, altri per potersi avvantaggiare con il businness dell accoglienza, altri ancora per poterli usare come arma contro le amministrazioni politiche avverse.

      Elimina
    3. ...altri li usano come fa lei col suo commento sui blog

      Elimina
    4. ecco il nostro volpino goriziano!
      Vede, io, oltre ad essere anonimo, non rappresento di fatto alcuna entità (onlus, associazione volontariato, partito politico amministrazione...
      Non ne ricavo denaro, non ne ho bisogno per voti elettorali...

      Elimina
  7. Mi dispiace deluderla ma i suoi commenti sono fin troppo...firmati...

    RispondiElimina
  8. Non confondiamo i volontari della Caritas con la Cooperativa imprenditoriale che viene ospitata dalla Caritas. Sono due visioni diverse.
    Cosa li accomuna e chi li tiene insieme?

    RispondiElimina