sabato 14 novembre 2015

Tre parole dopo l'orrenda serata di Parigi

Prima: orrore. Ascoltando e leggendo i resoconti delle stragi di Parigi il primo sentimento che si prova è quello dell'orrore per una violenza inaudita, scatenata contro civili innocenti, colpevoli di amare il teatro, lo sport o un cena in ristorante.
Seconda: solidarietà. In ogni guerra muoiono civili innocenti e la solidarietà va ai morti e ai feriti di Parigi, quanto alle migliaia di morti e feriti civili uccisi nelle troppe guerre che stanno insanguinando il mondo dal Duemila in poi. La sofferenza per la morte dei bambini è sempre la stessa, indipendentemente dal colore della loro pelle e dalla zona geografica in cui hanno avuta la ventura o la sventura di nascere.
Terza: speranza. La speranza, per la verità assai tenue, è che dall'orrore e dal dolore di Parigi il messaggio derivato non sia di vendetta o di invocazione di altro sangue, ne è corso già abbastanza ovunque! E anche - un'altra speranza assai tenute - è che da questa carneficina non trovino funesto e drammatico alimento le disragioni dei razzisti, degli xenofobi e degli anti-islamici a prescindere, andando così a giustificare la costruzione di mura e la deposizione di fili spinati contro le masse di povera gente alla ricerca di un sostenibile futuro.

31 commenti:

  1. A questo punto è evidente che la costruzione di barriere e di filo spinato è del tutto inutile,chi doveva entrare in europa con propositi eversivi e terroristici,mescolato a migliaia di disperati l'ha già fatto.Non sono stati fatti controlli,non si è vigilato,non si è messo in piedi alcun apparato di sicurezza,e soprattutto non si è voluto combattere alla fonte le radici di questo fenomeno,per mere ragioni politighe ed economiche,anzi si è andato contro addirittura a chi il fenomeno di isis e daesh lo combatteva sul serio.L'abbattimento di un aereo di linea russo esploso in volo una decina di giorni fa a causa di una bomba piazzata dai terroristi e che aveva causato la morte di oltre 200 persone,compresi dei bambini non aveva smosso la coscienza di nessuno,mentre adesso dopo i terribili fatti di sangue di parigi tutti cadono dalle nuvole si commuovono e si indignano.C'è poco da fare,siamo in guerra e il nemico è ormai presente in casa nostra.I popoli europei sono chiamati a decidere,o genuflettersi davanti al terrore integralista e continuare la loro esistenza come dei vermi ,o combattere uniti per porre fine a questo abominio e iniziare un nuovo futuro.In mezzo a questo caos chi ha continuato a propagandare l'accoglienza indiscriminata senza alcun controllo dovrà assumersi le sue responsabilità.

    RispondiElimina
  2. Nella retata antiterrorismo di ieri in vari paesi europei italia compresa, una rete del terrore reclutava volontari, con a capo un rifugiato, insomma uno di quelli della povera gente in cerca di futuro sostenibile...
    gia gorizia èsicuramente diventata bacino di potenziale reclutamento, dopo la visita della cupola del califfo pakistano, travestito da ong umanitaria. non a caso subito dopo si è fatto vivo il lo spionaggio deidottori senza confini vogliosi di offrire sostegno e cure in un presidio a gorizia. E pochi mesi fa erano passati di qui i cerberi dello spionaggio americano di human right watch il cui scopo è quello di trasformare l' europa in un miserabile campo profughi, per affondare il continente.

    RispondiElimina
  3. https://aurorasito.wordpress.com/2015/11/14/quando-i-buoni-sentimenti-alimentano-i-fascismi/
    Ottimo articolo che mette in risalto le vere responsabilità di questa marmaglia di finto-buonisti che sta portando l'europa verso il baratro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scritto male e tradotto peggio, purtroppo. (sebbene i contenuti siano, in effetti la verità)
      il problema dei pessimi comunicatori è che alla fine bruciano la loro opportunità di dire in maniera assertiva le cose.
      Purtroppo è anche superficiale, sorvola sulle molte dinamiche sociologiche, sulla presenza dell Islam che è una componenete essenziale di questo caos, perchè è un universo che non è mai passato attraverso il concetto di stato sociale. E non conosce le mezze misure, o con l'Islam, o crocifissi.

      Elimina
    2. Purtroppo i "buoni comunicatori" sono i migliori esperti in menzogne,anche perché sono preparati a mentire in modo scientifico.Se la verità la esprimi male nessuno ti crederà ma se sei capace di dire falsità e menzogne in modo credibile e convincente,tutti saranno dalla tua parte.E' una storia vecchia come il mondo.

      Elimina
  4. beh, l' amico francese poteva fare un po' di sforzo, in fondo scrive su una testata attendibile.
    io per esempio sono un ottimo comunicatore e dico sempre la verità : )

    RispondiElimina
  5. http://www.opinione-pubblica.com/2015/11/14/le-profezie-di-assad-confermate-il-terrore-aizzato-contro-la-siria-ha-morso-i-suoi-istigatori/
    Spezzoni di un'intervista di qualche tempo fa al presidente(legittimo)siriano assad.In poche parole ci spiega come la classe politica europea eterodiretta da potentati finanziari ed alleata con le monarchie assolutistiche del golfo abbia più o meno inconsapevolmente portato il terrorismo in casa nostra.Da leggere.

    RispondiElimina
  6. Mah, dire 'alleata con le monarchie del golfo ' è improprio.
    sono slogan. Innanzitutto perchè la classe politica europea non esiste. Figure senza ruolo e senza peso. chi sarebbero questi? Renzi? Merkel? please and please, se fossero così alleati, staremmo noi a muovere ifili di quei paesi del golfo. invece sono paesi dove comandano gli inglesi, seguiti a ruota dagli indiani e dai pakistani. ci sono inglesi e persino pakistani al governo, nelle istituzioni, a capo delle banche, delle aziende di petrolio, che sono statali. io ci vivo e la realtà la vedo tutti i giorni. I tedeschi al massimo fanno un po di folklore all oktoberfest,.L europa conta come un due di picche, Finchè c'era Chirac in Francia, forse eravamo visibili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti...osservazioni condivisibili.Intendevo la classe politica europea come dei semplici figuranti che non contano assolutamente nulla.

      Elimina
  7. Prima cosa: un doloroso silenzio e cordoglio per le tante vittime di Parigi.
    Ma veramente nessuno pensa che tutto ciò è stato volutamente fatto accadere? Ma avete la più pallida idea di quale tecnologia esista in mano ai vari servizi segreti/militari ecc...? E' scientificamente impossibile che degli attentatori (CHI ERANO VERAMENTE?) riescano DA SOLI fare tutto quello che hanno fatto. Chiedo solo di farvi delle domande ed indagare seriamente e approfonditamente i fatti di questa ignobile strage in Francia... oppure il divide et impera e la paura regnerà nella mente e nei cuori della gente (leggendo anche alcuni commenti sparsi sul web).
    E' l'11 settembre francese, questa è una delle pochissime cose sensate che i media hanno detto.
    Il giornale Libero di ieri: bastardi islamici.
    Ecco come la pecore hanno abboccato: paura aumentata, paura aumentata verso gli immigrati, paura ora supergiustificata verso l'Islam, ecc...
    Non credete a quei ripetitori senza scrupoli dei giornali e TV PAGATI E MANIPOLATI, è troppo facile ed irresponsabile!
    Buona domenica in PACE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ormai un kalasnikov (che magari è passato per gorizia come spesso le cronache ci raccontano) si trova in qualunque bancarella di mercato, e poi c'e' la libera circolazione delle persone e delle merci.
      Arriva un sacco di droga in porto a napoli, figuriamoci in un porto del belgio, da dove arrivano molti terroristi. e poi per pianificare basta sedersi sulle panchine di un parco a chiacchierare amabilmente. In fondo le stragi sono state fatte come quelle dei mafiosi messicani, o cinesi. Da una macchina in corsa verso i clienti di un ristorante, in mezzo alla strada davanti a uno stadio, in un teatro dove ci si infila facilmente.
      Non è iente di diverso da una rapina vilenta in banca o da un assalto a un portavalori, o da un irruzione con strage violenta a casa di anziani per rubare cento euro.
      solo che il contesto è preciso, e non c'è nemmeno il fine lucrativo, perchè troverai sempre un martire disposto fieramente a uccidere gratis, per la gloria e per il paradiso.
      Quella si è manipolazione, sono talmente miserabili che lo fanno pure a gratis!

      Elimina
    2. Vorrei aggiungere che non siamo pecore, tutti hanno paura, anche gli immigrati o gli islamici slamici che vivono in pace
      La differenza tra Parigi e Gorizia però e evidente, Gorizia rimane solo una piccola realtà snob di provinicia, mentre i parigini ieri sera sono tutti usciti per dimostrare di non avere paura.

      Elimina
    3. La galassia Isis è molto variegata,si va dai fanatici religiosi che non esitano a farsi esplodere,di delinquenti comuni,da psicopatici e da mercenari ben addestrati e pagati provenienti da tutto il mondo,Che i finanziatori principali siano arabia saudita,emirati arabi e turchia è cosa risaputa,chi non lo sa vuol dire che non lo vuol sapere.La religione conta assai poco,viene usata come specchietto per le allodole e per fare il lavaggio del cervello alle menti deboli che vanno ad immolarsi nel nome dell'islam.Chi compie queste stragi è ben addestrato e preparato e non credo proprio che queste azioni vengano pianificate sulle panchine di qualche giardino pubblico:Sta di fatto che la situazione geopolitica del mondo sta cambiando e si sta trasformando molto velocemente.L'unipolarismo che vedeva tutto il mondo assogettato ad una sola potenza militare ed economica.assieme alle sue servitù,sta mostrando diverse crepe.Potenze emergenti come cina ed india rivendicano il loro ruolo sullo scacchiere mondiale.La russia dopo un periodo buio sta ritornando ad essere una potenza militare e con l'intervento in siria lo sta dimostrando,inoltre è guidata da un leader politico intelligente,lungimirante e che non intende farsi mettere i piedi in testa da nessuno.Lo scopo dell'isis è quello di fomentare il caos,di confondere le idee di non far capire dove ci sia la ragione e il torto.Se non si riesce più a comandare e controllare tutto,se il sistema economico che doveva dominare il mondo è in crisi e non si riesce più a controllare la situazione bisogna creare caos e confusione.

      Elimina
    4. Mm quest ultimo punto non è chiaro. Puo spiegare meglio per favore?

      Elimina
    5. https://versounmondonuovo.wordpress.com/2015/11/15/il-post-11-settembre-francese-previsioni/
      Articolo esaustivo per spiegare meglio

      Elimina
    6. si grazie, alcuni punti mi sembrano vaghi, altri poco sviscerati. La Cina fa, e fa fare, i soldi veloci, ma ha una crescita/decrescita rapidissima.
      Per tutto, serve energia. Petrolio e gas.
      Petrolio e gas stanno quasi tutti, dove c'e' l' Islam.
      Facciamo un esempio...la Somalia, come il Qatar, è strapiena di petrolio da qui a l'eternità.
      E' un fronte sconosciuto, ma da decenni gli USA minacciano di bombardare chiunque osi meterci le mani...ecco il prossimo fronte, oltre all' eliminazione in stile Saddam di tutti i potentati del golfo, Arriveranno presto e questa guerra durerà molto a lungo.

      Elimina
    7. Mah,per quanto riguarda la cina(permettetemi di andare fuori tema)quest'anno ha avuto un certo rallentamento economico dovuto soprattutto ad un calo delle esportazioni,ed il suo pil è sceso al 6%.Tutti i media di casa nostra hanno cominciato a strombazzare che la cina è in piena recessione,mentre i nostri politici in seguito al previsto e presunto aumento dello zero virgola qualcosa del nostro pil dichiaravano trionfanti che la nostra economia è in piena ripresa.Evidentemente in campo economico i nostri grandi esperti non conoscono il senso del ridicolo.

      Elimina
    8. Grazie per i diversi commenti con diversi contenuti interessanti!

      Copio/incolla un commento da facebook:

      Non ho visto cambiare immagini del profilo per le 220 PERSONE morte nel Sinai con la Bomba sull'aereo civile Russo , non ho visto cambiare immagini per gli attentati suicidi che avvengono un giorno si e l'altro pure in Egitto, Siria , Afganistan , Iraq ecc ecc ecc dove muoiono PERSONE INNOCENTI , pero' se la TV e facebook dicono che dobbiamo farlo allora cordoglio e manifestazioni di solidarieta'.

      La storia si ripete...

      Elimina
  8. Mi concentro sulla repellente ipocrisia degli intellettuali di sinistra. Fazio ieri sera ha fatto un toccante discorso sul valore della vita umana di ciascun essere umano: peccato che dall'umanità sono sempre esclusi palestinesi, siriani, iraqeni che invece possono essere bombardati o aggrediti con droni o fatto oggetti di guerra, salvo poi a scusarsene. Io non ampo i tagliagole dell'ISI e mi sono commossa davanti allo spegnimento della torre Eiffel, però sono convinta che la situazione sia dovuta alla scellerata politica occidentale in medio oriente che si trascina da secoli.Forse ormai non c'è più un punto di ritorno. Sta di fatto che a scuola tutto il lavoro di integrazione fatto, è andato a farsi friggere. Gli studenti mi hanno detto "Adesso basta prof. dobbiamo reagire, ci fanno perdere anche la gita a Roma" Mi hanno fatto pena i miei studenti, so quanto ci tengono alla gita, non ho saputo rispondere.

    RispondiElimina
  9. il SUO lavoro di integrazione è fallito. Ha ha! Incapace!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e il SUO lavoro di raggiungere almeno la sufficienza in un semplice test di comprensione non è mai cominciato. Con i giovani sarà possibile ragionare, se non altro perchè non vogliono diventare una generazione decerebrata come quella di chi fa i titoli come Belpietro.

      Elimina
  10. invece, ho capito molto bene e del resto lei stessa conclude con queste parole: non ho saputo rispondere.
    Però guardi, la prenda con leggerezza, i suoi ragazzi mi sembrano invece più reattivi di lei! Per fortuna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti! Quando gli avversari sono leghisti, casapound e romoletti si dormon sonni perfetti.

      Elimina
  11. "Le bombe non serviranno a nulla . Inaspriranno la violenza, moltiplicheranno gli assassini ".

    RispondiElimina
  12. Ogni giorno circa 34000 (34mila) bimbi muoiono in Africa e nel mondo nel completo e vergognoso silenzio... che bandierina mettere su feisbuk?
    IPOCRISIA e FALSITA' mediatica in cui molti ci credono ancora.
    Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, l' Africa non è proprio un modello di civiltà...molti bambini specialmente in Kenya, vengono uccisi perchè albini, privi di pigmetazione e quindi considerati maligni. L' uomo è stupido ad ogni angolo dellaterra, qualunque sia il colore della pelle eh...

      Elimina
    2. e che dire di quelli che c'hanno la sharia come legge che taglia la testa? e quelli che impiccano i bambini sulla pubblica piazza? (Iran Afganistan)

      Elimina
    3. Vero purtroppo... grazie delle risposte. Felice giornata ;)

      Elimina
    4. Intanto la francia va per conto suo ed intraprende azioni militari contro i terroristi in siria coordinandosi con i russi.Sembra che hollande non abbia chiesto il permesso a nessuno.Che sia mai che i francesi abbiano riscoperto la sovranità nazionale? Se si è un ottimo segnale veso il resto dell'europa ridotta a servitù politica ed economica.Le castagne dal fuoco ce le dobbiamo levare da soli,non aspettiamoci aiuti dallo zio sam,che non sono mai disinteressati.Solo una vera unione europea può combattere e vincere conto il terrorismo.Ora la situazione è ancora caotica.I poltitci europei dovranno ragionare con intelligenza e pragmatismo,e mettere in primo piano gli interessi e le istanze dei popoli europei.Speriamo bene.

      Elimina
    5. ottime considerazioni

      Elimina