martedì 27 ottobre 2015

Fondazione Coronini: il sindaco non è il sindaco ma è il sindaco

La lettura del resoconto dell’intervista fatta da Il Piccolo al sindaco Romoli è davvero stupefacente.  Sembra voler affermare che il sindaco di Gorizia Romoli e il Presidente del Curatorio della Fondazione Coronini  sindaco Romoli sono due persone diverse e che non hanno nulla a che fare l’una con l’altra.  Effettivamente si tratta di due ruoli diversi, ma riuniti nella stessa persona proprio per volere del Conte Coronini, espresso nel testamento in cui lasciava il suo intero patrimonio alla cittadinanza goriziana.  Negare questa verità lapalissiana significa non aver capito lo spirito del lascito: il Conte Coronini  ha lasciato il suo patrimonio ai cittadini di Gorizia, ha scelto la forma della Fondazione (onlus di diritto privato) per la gestione e l’ha in qualche modo affidata al sindaco pro tempore di Gorizia, nominandolo Presidente del Curatorio.  La Fondazione non è proprietaria del patrimonio, che appartiene ai Goriziani, ma è solo uno strumento pensato per la sua gestione.  Quando il sindaco afferma “Il Comune non ha in mano documentazione per rispondere e, quindi, neanche il sindaco” fa un’affermazione inaccettabile: se è vero che l’amministrazione comunale non sa nulla della gestione della Fondazione, questo non può valere per il sindaco/ presidente del Curatorio. Il sindaco Romoli afferma inoltre che nella gestione della Fondazione non c’è nulla di illegittimo: per questo tema dovrà confrontarsi con la Corte dei Conti. Il Forum non ha fatto nessuna affermazione del genere. Si è limitato a chiedere una serie di informazioni circa la gestione del patrimonio appartenente ai goriziani, in nome dei suoi associati e pensando di fare cosa utile a tutti i cittadini. La richiesta è stata rivolta al sindaco e presidente del Curatorio della Fondazione, dott. Ettore Romoli. E resta in attesa della risposta.


2 commenti:

  1. Comunque non è il solo a collocarsi nell'ambiguità. Gli esempi sono tanti; fortunatamente Romoli è ironico, al contrario dei barbosi buonisti, sempre pronti a far la paternale.

    RispondiElimina
  2. Veramente l'ironia proprio non la vedo. Vedo piuttosto uno che non sa che pesci pigliare e che crede di poter non rispondere cambiandosi la giacca. Ma dovrà proprio rispondere e dare la dovuta rendicontazione.

    RispondiElimina