martedì 1 settembre 2015

Tutta la nostra solidarietà a Ilaria Cecot

Ho visto il video del milanese che insulta Ilaria Cecot. Mi scuso subito: quando ho sentito pensavo fosse uno scherzo, pensavo che ironizzasse sugli insulti dei razzisti locali, perchè non ho creduto che una persona, appartenente come me al genere umano, potesse dire tante corbellerie. Fermare i pullman che arrivano con i profughi? Quando sono arrivati con le corriere? Scendere in piazza per fare che cosa? Tutto l'armamentario di stupidaggini e falsità che da mesi vengono scaricati sui blog e che si sentono per strada sembrano incredibili davanti ad un problema che deve essere  “gestito” politicamente e non rimosso. Non posso pensare che non si capisca che un giardino è sporco perchè non ci sono i gabinetti, non posso credere che si conosca così poco la politica fatta in questi anni verso i paesi del medio oriente e dell'Afghanistan, le guerre scatenate dall'America e dai suoi alleati, alleandosi con i talebani e poi criminalizzandoli a seconda delle convenienze economiche e di controllo di quelle aree. Non ho potuto pensare che non si capisse lo sforzo fatto da Caritas e dai volontari, mai ringraziati dalle autorità, per fornire da un anno pasti gratis senza percepire un euro.  Ma ho sbagliato. Queste persone che insultano e denigrano ci sono, sono in tante e non scherzano. Ma, cara Ilaria, spero che non siano la maggioranza. Tutta la mia e la nostra solidarietà a chi combatte, come te e altri, una battaglia non solo politica, ma di civiltà che riguarda tutti noi. 
adg

13 commenti:

  1. le persone che insultano si trovano ovunque, ha ragione, anche in questo blog. Sono tante e non scherzano. E' gente che fa parte del vostro gruppo, collaboratori vostri, che hanno le chiavi del portone e la vostra fiducia. Aprono il computer, acchiappano due tre dati sulla provenienza dei commenti, (dato accessibile solo dai gestori del blog) e ne usano le informazioni per vomitare insulti disgustosi.

    Sono ormai migliaia i mercenari afgani reclutati dalle forze sciite iraniane e inviati in Siria. Stipendio mensile 700 dollari, non si tratta di talebani, ne di reclutamenti talebani sotto minaccia. Si tratta di mercenari volontariamente attratti dal denaro che dopo un paio di mesi vengono in Italia a chiedere asilo. Dopo aver ammazzato a iosa, sia chiaro.
    La notizia curata da AFP è apparsa su diversi quotidiani del golfo in lingua araba e inglese. stata pubblicata da Associated Free Press, la sto leggendo da un quotidiano in lingua araba, e non è proprio una novità la trovate anche sul sito del Syrian Observatory for Human Rights.

    RispondiElimina
  2. Vomitare insulti disgustosi? Ma di cosa parla?

    RispondiElimina
  3. La prima parte di questo commento è molto inquietante. Se ho capito bene, ci si accusa di fornire indirizzi IP (secondo lo scrivente accessibili ai gestori del blog) a collaboratori che li utilizzerebbero per vomitare insulti. Faccio mio l'invito che a volte è stato scritto da altri commentatori: lei, signor anonimo, ha bisogno di uno proprio bravo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra molto più inquietante la seconda parte,anche se in forma non ufficiale gradirei una sua secca smentita su quello che ha scritto l'anonimo delle 15.32,in quanto fatti non provati e dimostrati.In ogni caso mi informerò anch'io sul web,sperando che siano solo baggianate campate in aria.

      Elimina
    2. Mi sembra che le forze sciite filoiranane combattano con tutti i mezzi i terroristi dell'isis.Per caso l'anonimo delle 15.32 è un simpatizzante del califfato?Ricordiamoci che arabia saudita, emirati e turchia sono i maggiori finanziatori dell' isis.In ogni caso se veramente degli afghani sono ex mercenari,indifferentemente con chi abbiano combattuto,sarebbe veramente controproducente accoglierli,oltre che molto pericoloso.Sarebbero utili verifiche molto più accurate si chi arriva in italia.

      Elimina
    3. Gentile Bellavite, mi stupisco di Lei e ne terro' con to laddove mi suggerisce di consultare 'uno bravo'.
      Da lei non me lo aspettavo.

      Mi stupisce ancora di piu' la disinformazione totale che affligge chi frequenta questo forum o assiste I richiedenti asilo. Le informazioni che riguardano il reclutamento di mercenari civili afgani (non talebani), da parte di forze militari sciite iraniane per combattere in Siria sono disponibili sul si to gia citato sopra, e anche altrove, oltre che ben note, ovviamente, agli operatori umanitari ed Ai componenti delle Commissioni territoriali.
      Qualunque attivita' militare o paramilitare mercenaria , in base alla normative italiano di recepimento sul diritto d asilo, produce un rigetto tout court della richiesta.

      Elimina
    4. Per favore,anonimo delle 20.19 se sono notizie confermate posti alcuni link,se possibile,Grazie

      Elimina
    5. http://www.stampalibera.com/?a=30226
      Link che non parla di infiltrazioni di mercenari tra i migranti,ma comunque proietta scenari alquanto inquietanti.

      Elimina
  4. vi preoccupate per gli afgani che arrivano?
    io mi preoccuperei dell'arrivo del triestino che compra il san luigi per fare affari sfuttando Gorizia...

    RispondiElimina
  5. Chi ha pubblicato il video su facebook ha nome e cognome.Se Ilaria Cecot ritiene questo video diffamatorio presenti subito denuncia presso le autorità.

    RispondiElimina
  6. Mi pare che l'abbia già fatto.

    RispondiElimina
  7. .

    La Sig.ra CINZIA Milani la ha salvata della disonestà dei poveri africani assetati di denaro accordandomi un credito di 5000 euro su una durata di 5 anni affinché il mio sognati diventino realtà. Prego a tutti coloro che hanno potuto usufruire di questi servizi, di volere ritornare testimoniarne per permettere all'altra gente nella necessità, di potere trovare anche un ricorso affidabile. Vi lascio il suo indirizzo professionale: milanicinzia62@outlook.com

    RispondiElimina