lunedì 29 giugno 2015

Alla faccia della partecipazione democratica!

Appello urgente del Comitato #campielettomagnetici-gorizia#: Il cantiere dei lavori sta operando fuori norma, andate a vedere, stanno operando nel parco dove la gente transita, senza alcuna protezione transenne o quant'altro possa garantire la sicurezza. 
Abbiamo avvisato le forze dell'ordine, e stiamo contattando anche l'ispettorato del lavoro e asl. Qui si sta trasgredendo gravemente le norme che garantiscono la sicurezza dei cittadini, per cortesia aiutateci!
L'immagine è stata inviata dai rappresentanti del Comitato che ha promosso una raccolta di firme che ha ottenuto in poche ore alcune centinaia di sottoscrizioni. In particolare i proponenti chiedevano all'amministrazione comunale di soprassedere alla costruzione di un'antenna per la telefonìa mobile nel bel mezzo del parco Marvin, dedicato ai bambini. Essendoci già troppe strutture di questo tipo posizionale vicino ai luoghi di vita, di studio e di gioco dei più piccoli, il Comitato ha chiesto di poter parlare con i responsabili politici e tecnici del procedimento, per proporre delle alternative sostenibili. Sembrava che il loro intervento avesse sortito l'effetto di una almeno momentanea sospensione dei lavori. E invece... ecco come si presenta da ieri il Parco Marvin!

4 commenti:

  1. Come al solito di quanto pensano o vogliono i cittadini, tutti se ne fregano

    RispondiElimina
  2. Se è vero. nno mollate. Non tutti purtroppo sono in grado di distinguere quando le cose sono fuori norma, spesso gli anziani, e sono molti, che abitano quel quartiere, non se ne accorgono, ma andate avanti, bloccate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. noi non possiamo bloccare niente;
      chi dovrebbe imtervenire quando riscontra irregolarità spesso è feroce e multa le piccole imprese e chiude un occhio e anche tutti e due con quelle grandi e potenti

      Elimina
  3. Come sempre, anche nel democratico Friuli Venezia Giulia governato dalla Serracchiani, non si vedono all'opera i soggetti istituzionali che dovrebbero controllare, Ispettorato del Lavoro, Spisal delle ASL, Ispettori dell'INAIL, ma anche chi ha ruolo di gestione del territorio locale, Comuni e Provincie con i loro Assessori.
    Poi se succede qualche infortunio, noi ci auguriamo che non avvenga, i primi ad essere chiamati in causa, di certo non saranno quelli che dovevano controllare, e quelli che investendo per profitto in queste opere hanno delle responsabilità, ma come sempre i sottoposti, i comandati, gli RPP e gli RLS.
    Purtroppo in questa Italietta ancora connaturata al Regno Savoiardo non accade mai qualcosa di virtuoso, ma ci si sveglia sempre dopo e dopo le ammaccature!

    RispondiElimina