sabato 28 dicembre 2013

Panem et circenses (versione inverno)

E poi dicono che Gorizia è sempre al'ultimo posto! Non è proprio così, si evince dai "virgolettati" del Sindaco Romoli e della specifica Assessora: durante le festività ha l'albero di Natale più alto, è la città più illuminata della Regione e ha prodotto una molteplicità impressionante di iniziative che hanno affollato il centro. Inoltre è l'unica che offrirà ai suoi abitanti umani "ben mezz'ora di fuochi artificiali".
Gli abitanti appartenenti alla specie umana saranno - almeno la maggioranza degli elettori, a giudicare dalle varie elezioni - soddisfatti; meno quelli appartenenti ad altre specie animali, i quali potranno però a loro volta ringraziare il Sindaco che con la (giusta) ordinanza anti-botti garantirà loro una relativa tranquillità fino all'Epifania che tutte le feste porta via...
Il tutto, tradotto in euro, significa numeri con almeno cinque cifre: davvero "unici" in zona, dal momento che ovunque si è deciso per festeggiamenti sobri, con trasferimento di risorse ai settori penalizzati dalla crisi. Senza andare tanto lontano, per esempio i proventi del mancato spettacolo pirotecnico della vicina Nova Gorica andranno ai servizi sociali del Comune. Forse a Gorizia si pensa che le bollette insolute siano state davvero "adottate" grazie al conclamato contributo del 5% dello stipendio della Giunta (cioè 600 euro in tutto!). 
Insomma, sempre alegri e mai pasiòn, viva la e po' bòn...

1 commento:

  1. .....da segnalare, infine, la buona condotta dei goriziani: la Polizia locale non ha elevato alcuna sanzione per contravvenzioni all’ordinanza del sindaco che vie- tava l’utilizzo di fuochi pirotecnici e giochi pirici......
    Forse in piazza Vittoria ma non nelle periferie dove già dalle 20.00 c'era la gara a chi sparava il botto più potente...della serie "ordinanza specchio per le allodole".

    RispondiElimina